Wege nach Deutschland, Mädchen aus Syrien © Gustavo Alàbiso

Strade verso la Germania

Nell 2015 ho proposto all‘amministrazione del Distretto „Landkreis Karlsruhe“ una mostra itinerante sul tema dei rifugiati nel territorio di sua competenza.

L’idea è stata accolta favorevolmente perchè in quel periodo tutti i comuni del distretto erano  coinvolti nell’accoglienza dei rifugiati, e ovunque si promuovevano incontri con la cittadinanza per illustrare le normative vigenti, definire i compiti dell‘ amministrazione del Distretto e di ciascun municipio. Poichè in quelle presentazioni si proiettavano su uno schermo dei cartelli con dati perlopiù statistici, l’idea della  mostra itinerante aveva lo scopo di supportare con la fotografia e le interviste alle persone coinvolte e ai volontari,  ponendo così la problematica dell’accoglienza in un ambito locale, più vicino alla realtá dei cittadini.

Nei fatti la questione  dell’accoglienza si era fatta di giorno in giorno più drammatica, e aveva toccato il culmine con l’apertura delle frontiere nella notte del 4 settembre 2015: la pressione sull’amministrazione era in continuo aumento, sia per i numeri dell‘accoglienza, sia per il rischio di una lacerazione del tessuto sociale.

Complessivamente il Distretto non  ha registrato specifici attacchi ai rifugiati o ai centri di accoglienza, sebbene a poche centinaia di metri dal suo confine il 18 luglio del 2016 fosse andato a fuoco un edificio appena ristrutturato per i rifugiati. Dopo un anno di indagini  le autorità hanno smentito il movente ideologico dell’incendio, ma il caso ha tenuto banco nell’opinione pubblica locale con manifestazioni e discussioni a non finire.

Come si poteva presentare un tema così delicato e dibattuto, in modo comprensibile a tutti? Con il giornalista Benno Stieber, il responsabile dei testi, abbiamo convenuto di comune accordo con il nostro committente di presentare il tema in modo obiettivo: senza mascherare la realtà, ma neanche demonizzarla. La mostra itinerante „Strade verso la Germania, rifugiati nel distretto di Karlsruhe“ è stata realizzata graficamente da Oliver Buchmüller. Nei 12 roll-up 80×200 si presentano altrettanti temi: l’accoglienza, il lavoro dei volontari, i centri di accoglienza, la sicurezza, l’integrazione, l’espulsione, ecc. in modo da presentare un‘ immagine il più oggettiva possibile di ciò che stava accadendo in quei giorni.