L'officina aperta per i giovani © Gustavo Alàbiso

L’officina aperta ai giovani

Nell’officina aperta ai giovani di Karlsruhe ci sono persone anziane che danno il loro Sapere ai giovani. Giovani e anziani lavorano insieme alla pari e imparano così a capirsi.

La prima cosa che dice Peter Eyerer, 74 anni, camicia a quadri e scarpe da lavoro, la mattina quando saluta con cordialità tutti quelli che ci sono: „Ciao, io sono Peter, e qui ci diamo tutti il tu!“ Dopodiché fa vedere ai visitatori tutto quello che c’é nel terreno antistante dell’associazione „Officina aperta ai giovani di Karlsruhe. In questo luogo, che una volta era una cava di pietra, ci sono la falegnameria, un’officina meccanica, un’autofficina ma anche il laboratorio per fare gioielli.

Sotto la guida di persone per lo più anziane creano qui bambini e giovani dei piccoli miracoli tecnici. E alcuni ragazzi trovano addirittura un „nonno di riserva“. Peter Eyerer è ingegnere meccanico e tecnico per le materie plastiche, è anche il fondatore e presidente dell’associazione. Ogni sabato dalle 10 alle 15 qui si lima, si salda, si sega. La particolarità: qui imparano i giovani dagli anziani ma non in una lezione frontale. I bambini scoprono i propri talenti e gli anziani trasmettono loro le loro competenze artigianali.

Questo concetto è arrivato al secondo posto nel 2013 al „Premio per le età“ della Fondazione Robert Bosch. Da circa un’anno l’associazione si è trasferita in questo terreno di circa 2000 metri quadrati nel rione Karlsruhe – Grünwettersbach. „Nonostante ci fossimo impegnati moltissimo e fatto molto da soli il trasloco è costato 15.000 Euro, anche perché abbiamo comprato nuove macchine, come per esempio una sega circolare!“ Dice Eyerer. I soldi del premio sono arrivati proprio al momento giusto.

Estratto dell’articolo della giornalista Marta Popowska per la rivista della Fondazione Robert Bosch sul tema „Solidarietà“.